Gazza Pica pica (Linnaeus, 1758)
Uccello di medie dimensioni appartenente all'ordine dei Passeriformi.
Dimensioni. Lunghezza 41-43 cm, apertura alare 48-55 cm
Aspetto. Maschio e femmina sono indistinguibili e hanno un aspetto inconfondibile con capo, dorso e parte alta del petto neri, ventre e fianchi bianchi, ali nerastre con riflessi blu metallici (tranne una macchia bianca sulle copritrici alari esterne), coda nera molto allungata con riflessi verdi metallici. I giovani somigliano agli adulti, ma la colorazione meno lucente e presentano una tipica macchia bianca dietro l’occhio.
Nidificazione. Costruisce un voluminoso nido a coppa, sui rami alti degli alberi.
Note ecologiche. una specie solitaria nel periodo riproduttivo, moderatamente gregaria nel resto dell’anno. Come tutti i corvidi un uccello opportunista che si ciba di qualsiasi cosa, compresi rifiuti e carogne, ma ha anche l’abitudine di predare i nidi di altre specie per cibarsi di uova e pulcini. molto comune nelle campagne ma sempre pi spesso osservabile in ambito urbano. Vola alternando lunghe planate a veloci battiti d’ala.
Habitat. Coltivi alberati (a sinistra) e zone umide e cave d'argilla alberate (a destra). Frequenta anche altri ambienti, soprattutto per l'alimentazione.
gazza_dis.jpg
Carte distributive. A sinistra l'areale di nidificazione, a destra quello di svernamento (2007-2012); in bianco e nero la distribuzione pregressa di nidificazione (1996-1998) e di svernamento (1988/89 - 1993/94).
Fenologia Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Adulto in cerca di cibo su un prato.
Individuo in sosta su un campo arato.
Questa gazza non sembra intenzionata a cedere la crosta di formaggio che ha trovato.
Giovane in volo; si nota la tipica macchia bianca dietro l'occhio.
Una gazza sta “sorvegliando” un gatto che attraversa un campo coltivato.
Aggiornato 25/9/2015
Foto, disegni e file audio Emanuele Stival, testi di Mauro Bon e Raffaella Trabucco
Torna alla Guida all'identificazione
Torna indietro